Gesù di buon mattino si recò di nuovo al Tempio e tutto

il popolo accorreva a Lui; Egli, sedutosi, li ammaestrava.

Allora i capi del popolo (scribi e farisei) gli conducono una donna

sorpresa in adulterio e, postala nel mezzo, gli dicono:

“Maestro, questa donna è stata sorpresa in flagrante adulterio.

Mosè nella legge ci ha comandato di lapidare tali donne.

Tu che ne dici?”

Questo dicevano per metterlo alla prova e per avere di che accusarlo.

Gesù, chinatosi, si mise a scrivere per terra con il dito.

E, siccome insistevano nell’interrogarlo, si alzò e disse loro:

“Chi di voi è senza peccato scagli la prima pietra contro di lei”.

E chinatosi di nuovo scriveva per terra.

Ma quelli, udito ciò, presero a ritirarsi uno dopo l’altro,

a cominciare dai più anziani.

Rimase solo Gesù con la donna che stava nel mezzo. Allora Gesù alzatosi le disse:

Donna, dove sono? Nessuno ti ha condannata?”.

Ed ella rispose: “Nessuno Signore”.

Gesù le disse:

Neanche io ti condanno; va’ e d’ora in poi non peccare più”.

 

Ritorna alla pagina iniziale