Cosi dice il Signore:

"Spezza il tuo pane con l'affamato,

 introduci in casa i miseri,  senza tetto,

  vesti chi č nudo,

 senza distogliere gli occhi dalla tua gente.

Allora la tua luce sorgerą come l'aurora,

la tua ferita si rimarginerą presto.

Davanti a te camminerą la tua giustizia,

la gloria del Signore ti seguirą.

Allora lo invocherai

 e il Signore ti risponderą: 

implorerai aiuto ed egli dirą: Eccomi!

Se toglierai di mezzo a te l'oppressione,

il  puntare il dito e il parlare empio,

se offrirai il pane all'affamato,

se sazierai chi č digiuno,

allora brillerą fra le tenebre la tua luce,

la tua oscuritą sarą come il meriggio".