Poi discese a Cafarnao, una città della Galilea, e il sabato

ammaestrava la gente. Rimanevano colpiti dal suo insegnamento,

perché parlava con autorità. Nella sinagoga c’era un uomo con un

demonio immondo e cominciò a gridare forte:

 

“Basta! Che abbiamo a che fare con te, Gesù Nazareno?

Sei venuto a rovinarci? So bene chi sei: il Santo di Dio!".

 

Gesù gli intimò: "Taci, esci da costui!".

 

E il demonio, gettatolo a terra in mezzo alla gente, uscì da lui, senza

fargli alcun male. Tutti furono presi da paura e si dicevano l’un l’altro:

 

"Che parola è mai questa, che comanda con autorità e potenza

agli spiriti immondi ed essi se ne vanno?".

 

E si diffondeva la fama di lui in tutta la regione.