Se non fissi nella tua mente

 un’autonoma idea guida,

qualcuno ti metterà in testa la sua.

La maggior parte delle volte

a suo vantaggio

 e ... a tuo danno!

 

 
 
 

 

 

 

 

 


Con un occhio si vede bene.

Ma con due occhi ben allineati

 si ha una visuale più completa.

Lo stesso vale per le menti!

 

 

 

 

 

 

Il proliferare dell’ingiustizia è

direttamente proporzionale al

 numero e alla complessità delle

 leggi che vengono emanate

 

 

 

 

 

Sono in molti a pensare che

 per denaro tutto è giustificato o giustificabile.

Quando ciò diventa vero

 è solo perché ci sono altrettante persone

che accettano che sia così!

 

 

 

 

 

Molto di quanto a questo mondo

 sembrava impossibile,

 è stato poi realizzato

 

 

 

 

 

Non ci sono persone peggiori di quelle

 che spingono le altre a prostituirsi o a degradarsi

(e non solo dal punto di vista fisico).

 

 

 

 

 

Non c’è mai solo dolore;

mai solo felicità.

Bisogna attrezzarsi per

cercare di lenire il dolore.

…E  per far durare

 quanto più a lungo possibile

 i momenti di felicità!

 

 

 

 

 

Sempre più spesso

ciò che desideriamo

 scaturisce da riflessi condizionati

…piuttosto che da bisogni reali.

 

 

 

 

 

 

Oggi ho sentito che un ragazzo

 si è fatto esplodere per compiere

 un attentato ed uccidere decine di persone.

Ci pensate! Ci pensate a quanto è vile

 chi, non volendo perdere la propria vita,

 gli ha messo in testa quest’idea?

 

 

 

 

 

 

Nessuno può godere

 del profumo dei fiori e della bellezza,

 se prima non viene tirato fuori

 dalla “merda” in cui è conficcato.

 

 

 

 

 

 

 

Quello che vivrò domani

 è niente di più niente di meno

 di ciò che, momento dopo momento,

 sto costruendo oggi.

 Nulla di diverso!

 

 

 

 

 

 

 

La grandezza di una persona

 solo in parte è legata alla sua vita.

Molto di più è testimoniata

 da come ha saputo affrontare

 l’esperienza della morte,

 dopo un cammino di sofferenza.

 

 

 

 

 

 

 

Grandemente stronzi

 sono tutti coloro che senza motivo,

 e per attribuirsi una grandezza che non hanno,

 rendono quotidianamente dura,

 difficile ed impossibile la vita agli altri!

 

 

 

 

 

 

Una delle cose più infami ed orride del mondo,

è vedere stampato sul volto di un’altra persona il terrore,

senza farsi sopraffare dalla pietà per bloccare la propria furia bestiale.

 

 

 

 

 

 

 

Non ti dimenticare mai, mai,

di chi ha cercato di tirare fuori il meglio di te,

 …non quello che hai sotto i vestiti!

 

 

 

 

 

 

Il coniuge, l’amico e il lavoro

possono essere la tua fortuna , o la tua rovina!

 

 

 

 

 

 

Iniziare sapendo dove si va,

aiuta a riuscire!

 

 

 

 

 

 

Dobbiamo credere nella verità,

 ed imparare (ed insegnare) a non averne paura.

La verità non è mai obbrobriosa.

 

 

 

 

 

 

Le cose belle della nostra vita,

 e di questo mondo,

 non durano a lungo,

 …se non sono strenuamente difese.

 

 

 

 

 

 

Sta per iniziare male un’altra giornata.

Non parlare troppo

e non ascoltare per molto tempo.

Cerca il silenzio e, forse, tornerai di nuovo calmo

 

 

 

 

 

 

Un pensiero solo in testa

 aiuta a riuscire;

…o ad impazzire!

 

 

 

 

 

 

 

Non c’è nulla al mondo che vale

 come la vita di una persona:

e tu sei una persona!

Non dimenticare, però,

che anche chi ti sta accanto lo è!

 

 

 

 

 

 

 

 

Diventa sempre più raro

 incontrare persone che abbiano

 il coraggio di assumersi una colpa

 o la responsabilità di una propria azione.

…E diventa sempre più difficile

 poterlo o saperlo fare.

 

 

 

 

 

 

 

Quando, dopo esserti scervellato,

 hai esaminato inutilmente tutte le possibili soluzioni

 per risolvere un problema, fermati,

 e concediti un momento di pausa.

Poi, alza lo sguardo, e libera le ali della fantasia,

 insieme a tutte le energie positive che sono in te:

 ci sono sempre diverse altre indicazioni, e strade nuove,

 che non avevi preso in considerazione prima.

 

 

 

 

 

 

Ogni persona,

 per poter vivere pienamente,

 ha bisogno di punti di riferimento;

 non di istruzioni.

Fra i punti di riferimento,

 fondamentale è il credere

 in qualcosa o in Qualcuno.

 

 

 

 

 

 

 

Ci si può trovare bene in un posto.

E, allo stesso modo,

ci si può anche trovare male.

Ma, in tal caso,

si può valutare di andare altrove.

 

 

 

 

 

 

 

Diamo la possibilità

 a noi e agli altri

di assaporare un po’ di gioia.

Adoperiamoci per la pace!

 

 

 

 

 

 

 

La vita sorride

a chi le sorride!

 

 

 

 

 

 

Da soli

si può godere.

Non essere felici.

 

 

 

 

 

 

 

I progetti per il futuro

 incontrano limiti obiettivi nel fatto che

 non sappiamo come sarà il futuro.

E …se noi apparterremo

 al tempo a venire!

 

 

 

 

 

 

 

Ogni pensiero, ogni azione, ogni parola,

 ogni moto, ogni mutamento, determinano

 una nuova situazione di equilibrio.

Nessuna attività è neutra o senza effetto.

 

 

 

 

 

Nelle azioni umane

 non c’è nulla di definitivo. Nemmeno il dare

 o il darsi la morte!

 

 

 

 

 

Quanti danni reca

 a se stessi  e all’umanità

il non esprimere in ogni occasione,

pacatamente ma apertamente,

la propria convinta opinione!

 

 

 

 

 

L’umanità ha sempre ricercato e continua a ricercare

 grandi personaggi da ammirare o da seguire.

… Fino al punto che, quando non ci sono,

se li costruisce in maniera posticcia!

 

 

 

 

 

Vivere è un privilegio.

 E a noi, talvolta,

…sembra un peso!

 

 

 

 

 

 

Non è avveduto chiedere agli altri d’essere come noi siamo.

Né giusto pretendere che gli altri siano come noi non siamo stati capaci.

 

 

 

 

 

 

Nelle relazioni fra le persone

 quasi mai s’instaura un rapporto paritario.

E’ purtroppo normale che una tenda a sottomettere l’altra.

Sarebbe auspicabile,  sia per noi stessi sia per il bene comune,

 che a prevalere fosse sempre chi ha intenzioni positive.

 

 

 

 

 

 

 

Se ti arride il successo

 e le cose ti vanno bene,

ricordati di chi ti ha aiutato a crescere;

e non dimenticarti di quando non eri nessuno.

Se invece le cose vanno male,

 rimboccati le maniche e,

 dopo aver riflettuto sui tuoi errori,

rimettiti all’opera con più veemenza e convinzione di prima.

 

 

 

 

 

 

Sei sempre tu,

la medesima persona,

sia quando pensi positivo,

sia quando pensi negativo.

Tanto vale decidere

di pensare positivo!

 

 

 

 

 

 

 

In qualunque situazione della vita

 si dovrebbe poter “zoomare”.

Si dovrebbe, cioè, poter osservare

prima da vicino e poi,

con una visione d’insieme

(e con un po’ di distacco) , da lontano.

Infine si dovrebbe individuare

– ed è questo il difficile –

qual è il punto intermedio

 che costituisce la visione ottimale.

 

 

 

 

 

 

Non si può vivere

 sempre da soli.

Non si può vivere

senza poter essere mai soli!

 

 

 

 

 

 

Brutto vizio è quello di

agitarsi continuamente per primeggiare.

Prima o poi si rischia di pagare molto caro;

come accade per tutti i vizi.

 

 

 

 

 

 

Non è vero che, ineludibilmente,

dobbiamo essere ciò che siamo.

Siamo solamente quello che

abbiamo lasciato che diventassimo “alimentandoci”

di tutto ciò che ci ha attratto: di tutto ciò che abbiamo vissuto,

visto, frequentato, letto.

Cambiando tipo di “alimentazione”

ci troveremmo ad essere, con il tempo,

ciò che noi vorremmo.

 

 

 

 

 

Soprattutto nei momenti più neri

 (ma anche in quelli più esaltanti)

 fissa bene nella mente che:

le sensazioni di un momento, o di un giorno,

…non sono le sensazioni  di tutta la vita

 

 

 

 

 

 

 

La solitudine può divenire il momento

in cui la persona umana ritrova se stessa,

perché finalmente è libera dalle convenzioni.

Ma, se vive con gli altri senza inutili convenzioni,

l’essere umano fa ritrovare se stesso anche agli altri!

 

 

 

 

 

 

 

La persona umana

e la stessa umanità si smarriscono

quando non è intimamente presente

in ciascun essere la coscienza

di ciò che è lecito, e non lecito,

fare nei confronti degli altri

 

 

 

 

 

 

Bisognerebbe poter vivere due volte:

la prima per imparare, la seconda per vivere!

…Nell’inutile attesa della seconda volta,

si può comunque cercare di vivere bene ogni momento!

 

 

 

 

 

 

Poche decisioni ben prese

 al momento opportuno,

possono risultare più efficaci

di molti anni di fatica!

 

 

 

 

 

 

Negare che esistono

il bene e il male,

è come negare l’esistenza

del giorno e della notte

 

 

 

 

 

 

 

Normalmente preferisco un accanito lavoratore, disonesto,

ad un fannullone onesto.

Anche perché è davvero raro incontrare

disonesti così stupidi …da essere accaniti lavoratori!

 

 

 

 

 

 

 

Ho sognato di svegliarmi con un colore della pelle diverso dal mio;

e di appartenere ad un contesto diverso dal mio. … Ero sempre io!

 

 

 

 

 

 

 

Se le misurazioni statistiche hanno un valore scientifico

– ed è vero che lo hanno –

allora, nonostante tutte le opinioni contrarie

 e gli ostacoli frapposti dalla maggioranza delle persone adulte,

il futuro appartiene alla gioventù!

 

 

 

 

 

 

 

 

Il livello di grandezza di una persona

 si giudica dalla capacità di parlare di se

 stessa e delle cose che le appartengono

 in maniera critica e obiettiva.

…E dal rispetto che nutre verso gli altri!

 

 

 

 

 

 

 

Oh! Se in quest’istante riuscissi

a considerare la persona che ho di fronte

indipendentemente dal sesso,

dal colore, dalla provenienza e dalla cultura!

E se anch’io, nel medesimo istante,

potessi essere …allo stesso modo considerato!

 

 

 

 

 

 

Fare l’amore procura

 un grande, temporaneo, godimento.

Essere amati,

amare il mondo e quelli che ci circondano,

è il compimento della nostra esistenza.

Ecco perché si può vivere senza fare l’amore;

 ma non si può vivere

senza essere amati, e senza,

 almeno inconsapevolmente, Amare.

 

 

 

 

 

 

 

E se anche ti accorgessi

di essere la persona più spregevole e reietta a questo mondo,

non devi dimenticare che ricevi dignità, immensa dignità,

per il solo fatto di esistere.

Ma, soprattutto, non devi dimenticare

che ammettere le proprie colpe,

confessando con coraggio e senza remore la cruda verità,

ha un valore redentivo così elevato da annullare

 e travalicare qualsiasi colpevolezza.

…E che solo i Grandi,

le persone veramente Grandi,

sono capaci di grandi pentimenti e di grandi confessioni!

 

 

 

 

 

 

 

Oggi mi sento padrone del mondo!

Ne devo approfittare

…per far aumentare il numero delle persone

che possono sorridere!

 

 

 

 

 

 

 

L’unica maniera per riportare ordine

nel delicato equilibrio ecologico di questo nostro pianeta è

… debellare la fame, la povertà e l’ingiustizia!

 

 

 

 

 

 

 

 

Se avessi ragionato in modo esclusivamente logico,

sulla base delle vicende e della giustizia umana;

e se fossi stato del tutto certo

dell’inesistenza di una giustizia Divina,

mi sarei comportato come la peggiore specie dei delinquenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Prima di emettere facili sentenze su una persona,

bisognerebbe essere stati nei suoi panni

e aver vissuto tutte le esperienze della sua vita;

specialmente le più devastanti.

Il che non significa giustificare e lasciar correre tutto.

 

 

 

 

 

 

 

 

Solo concedendosi attimi di silenzio

 c’è modo di …assaporare pienamente la Vita!

 

 

 

 

 

 

 

 

Foriere di grandi sventure

sono la mancanza di rispetto,

il gusto della violenza e l’impunità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’unico strumento capace di annientare

Il devastante potere del denaro,

 assurdamente,

non ha un valore economico.

E’ l’amore disinteressato!

 

 

 

 

 

 

 

 

Molto grande è la responsabilità di chi ha il compito

di giudicare e di amministrare la giustizia.

Non gli è chiesto solo di applicare rigidamente la legge

(per questo è sufficiente, e sarebbe preferibile, un computer!),

ma di tener conto del contesto etico-sociale.

Dei suoi giudizi risponderà di fronte alla storia e all’intera umanità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Esiste la verità? Sì, esiste!

Nasce nel silenzio,

cova nel desiderio di giustizia,

si alimenta con l’Amore,

esplode in un grido inarrestabile!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In un sistema democratico e repubblicano,

maggiore è il valore dato alle cariche onorifiche, alla posizione sociale,

ai cerimoniali di palazzo e alle autocelebrazioni,

tanto più si assottigliano le differenze

con le altre forme di governo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo aver subìto torto, ingiustizia o violenza,

si può reagire in due modi:

evitare agli altri la stessa sorte;

oppure fargliela subire.

Questa seconda opzione appartiene

poco al mondo animale, che agisce per istinto,

e molto a quello umano.

Questa circostanza è così inspiegabile

 che, forse, prova l’esistenza del demonio.

 

 

 

 

 

 

 

 

I comportamenti violenti e sprezzanti

nascono e si alimentano

quando non si subiscono severe punizioni

per i torti arrecati agli altri.

 

 

 

 

 

 

 

 

La persona umana, di fronte al dolore,

alla sofferenza e alla morte,

da sola, è impotente!

 

 

 

 

 

 

 

 

Un modo semplice e concreto

per arrivare a cogliere la verità dei fatti,

o di ciò che ci viene proposto è,

oltre quello di indagare sull’onestà dei protagonisti,

cercare di capire chi trae vantaggio dalle situazioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qualsiasi pena alla fine non risulterà efficace,

se non è immediata, severamente correttiva e di durata limitata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un concetto fondamentale da tener presente nell’educare,

è che ogni persona ha tempi di maturazione diversi.

Non di rado molto diversi!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gran parte dell’arte del comandare

consiste nel capire quando dare ascolto ai propri collaboratori

e quando, invece, seguire le proprie idee.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca quanto è più possibile di determinare, e non subire, le circostanze della vita.

Scegli di fare qualcosa, piuttosto di attendere che succeda qualcosa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I momenti che ti renderanno felice

 non sono quelli che desideri ardentemente;

ma quelli che riuscirai a vivere pienamente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Imparare qualcosa di nuovo è sempre difficoltoso

e presuppone precise tappe, che comprendono

anche la sensazione di non potercela fare.

Compito di chi insegna è:

suscitare l’interesse verso la conoscenza di cose nuove;

fornire le chiavi d’accesso alle problematiche e alle metodologie di apprendimento;

dare sicurezza nei momenti in cui subentra la sfiducia.

Prerogativa di chi impara

è tener duro senza scoraggiarsi

(e, come il bambino, all’improvviso,

s’inizierà a …”camminare”).

 

 

 

 

 

 

 

 

Non c’è una sola persona che faccia sempre il bene, o tutto bene.

Non una sola che, pur volendo, faccia solo il male o tutto il male.

 

 

 

 

 

 

 

 

La droga, la prostituzione, la pornografia,

le alterazioni alimentari, l’inquinamento,

la delinquenza, e persino la guerra,

hanno un denominatore comune:

proliferano perché arricchiscono qualcuno!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ poco probabile che

ciò che nasconde la tua biancheria intima

 duri più a lungo di quello che custodisci nella tua mente.

Per ciò che porti nel cuore, dipende da te.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando il mondo intorno a te (e dentro di te)

diventa troppo confuso e insopportabile,

stacca la spina; azzera le memorie.

Poi, recupera qualche attimo di silenzio,

 e vola almeno con la tua mente,

se non puoi con il tuo corpo,

verso spazi d’assoluta e stupenda libertà.

 

 

 

 

 

 

 

 

Quand’ero ragazzo

ci si faceva beffe dei coetanei

che volevano far passare

per verità grandi sciocchezze.

Oggi si accoglie con sospetto

 e sufficienza chi afferma

 piccole e grandi verità!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Temo coloro che hanno imparato a

(far finta di) essere convinti e decisi.

In virtù dei loro falsi ragionamenti

 sarebbero capaci di travolgere tutto e tutti.

Mai e poi mai, anche quando sono soli,

accettano di mettere in discussione

le proprie idee e se stessi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ veramente singolare come

in nessuna delle moderne democrazie,

nonostante l’ampia diffusione degli strumenti informatici,

vi sia un sistema snello di consultazione popolare

da utilizzare per conoscere le opinioni dei cittadini

sulle tematiche di interesse più generale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se oggi ti è capitato un contrattempo

 o qualcosa è andato storto,

non ti crucciare. E’ normale.

Se, invece, tutto è filato liscio e non

 sei stato contrariato, ringrazia Dio,

perché è un’eccezione!

 

 

 

 

 

 

 

 

Una grande limitazione è data dal fatto  che, normalmente,

riusciamo a cogliere solo alcuni particolari o aspetti della realtà.

Per cui, se non ci soffermiamo con attenzione,

rischiamo di formarci delle convinzioni

e di prendere decisioni sulla base di presupposti sbagliati o informazioni non complete.

Senza contare, poi, che ci sono persone e organizzazioni

che sono maestre nel rappresentare agli altri

solo gli aspetti e i dettagli che fanno loro comodo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ diffusa la convinzione che sia

assolutamente indispensabile dover chiedere

agli altri di modificarsi secondo un modello predefinito,

anche nelle manifestazioni esteriori.

Ciò in quanto, ipocritamente, si mostra  di essere convinti della giustezza

del proprio modo di essere, del proprio modo di vivere e

della propria maniera di relazionarsi con gli altri.

Anche i peggiori protagonisti della storia la pensavano alla stessa maniera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ad un certo punto della mia vita, ho scoperto

che il più severo e temuto dei maestri elementari mai conosciuti

era costretto dalla moglie ad andare ad urinare

ai bagni della stazione ferroviaria per non lordare in casa.

Poiché l’esercizio troppo autoritario del potere

non è certo funzionale al raggiungimento

di obiettivi di efficienza e di risultati stabili,

mi è sorto il convinto sospetto che

tutti quelli che si mostrano troppo duri con gli altri

si possano trovare in una situazione simile a quella del maestro severo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Molto spesso le unioni coniugali delle persone comuni vengono distrutte dall’abitudine;

 …e dalla mancanza di quella fantasia che, invece, si sa mettere nelle relazioni extraconiugali!

I matrimoni della gente importante defungono perché quasi sempre sono costruiti su basi inconsistenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una differenza fondamentale fra la gran parte della gioventù

e la maggior parte degli adulti

non è data dall’età differente o dalla diversa condizione fisica,

quanto dal fatto che gli adulti vivono il tempo presente

condizionati (in positivo ed in negativo) dal passato.

La percezione della gioventù, invece, da una parte manca dell’esperienza,

dall’altra è più pronta a fotografare e a cogliere la realtà del presente.

Ciò rende alquanto complesse le discussioni circa il futuro fra le diverse generazioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da un punto di vista etico-morale,

la condizione delle donne che sono state costrette ad abortire

è molto meno grave di quella di chi, specie se consapevolmente,

si dichiara a favore dell’aborto e ne favorisce la pratica.

Per queste ultime persone, mi chiedo se non fosse stato più giusto

che le loro madri le avessero …abortite! 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ogni giorno di più, nelle relazioni umane,

 sta crescendo la necessità di impersonare un ruolo, piuttosto che essere se stessi.

Andiamo sempre di più verso il culto della propria immagine e del ciò che deve apparire,

prima del proprio essere e di ciò che si è.

Molti piangeranno per aver adeguato la propria esistenza a questo costume.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutte le cose possono essere viste

allo stesso tempo in positivo o in negativo.

Senza contare, poi, che

 la nostra percezione è limitata e non sempre obiettiva.

Una più acuta osservazione potrebbe, non di rado,

farci apparire una realtà diversa da quella percepita a prima vista.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non esistono ricette per come agire nelle situazioni concrete.

Ma si possono trarre utili indicazioni tentando di osservare e analizzare la realtà.

Nelle scelte quotidiane quasi sempre è necessario

un bilanciamento dei diversi fattori e una diversificazione del rischio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qualsiasi decisione, prima di essere attuata,

dovrebbe essere sempre sottoposta al vaglio del buon senso

(relazione fra fatti, situazioni e persone con il contesto etico sociale in cui si vive).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se tu, vivendo con il tuo partner, non diventi migliore,

vuol dire che non è per te. Non sei amato o amata!

Se “lui” o “lei”, stando con te, non diventa migliore,

non sei per quella persona. Non la ami!

Se stando insieme, ciascuno di voi non migliora,

ritornate per le vostre strade, vivrete meglio!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Al mondo esistono due divinità:

il Dio, giudice, della Fede e delle credenze religiose e popolari;

quello racchiuso in ognuna delle persone che si reputano superiori alle altre.

Dei due, ho paura solo del secondo!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho scoperto che il Natale esiste perché festeggia la nascita d’un Uomo

che diceva che non è vero che gli ultimi di questo mondo sono gli ultimi,

e anche, che gli ultimi diventeranno i primi.

E ho appreso che quest’Uomo ha pagato con la vita la verità in cui credeva ;

e, infine, che molti nel corso dei secoli hanno creduto

di non poter essere Questi solo un semplice uomo.

Se qualcuno ha portato anche per gli ultimi

un così grande motivo di speranza in questo mondo tanto ingiusto,

allora sì che bisogna festeggiarne la nascita.

Nel Suo nome, Buon Natale e Pace a tutto il Mondo!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il più grande personaggio mai esistito?

Non c’è dubbio: Gesù di Nazareth.

Non altri!

La malvagità da cui l’umanità si fa prendere,

non ha sopportato la verità della sua voce

e non ha compreso il suo smisurato messaggio d’Amore.

…La gente si è illusa che,

appendendolo ad una croce,

ne avrebbe cancellato l’esistenza!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Che cos’è l’Amore?

L’amore è spegnere il cervello

per cominciare a far ragionare il cuore, il sentimento.

L’amore è desiderare di far uscire da se stessi tutto il bene che si ha.

L’amore è…dare la propria vita per l’altro.

L’Amore è Dio su questa terra.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non i miei pensieri

ma i tuoi pensieri.

Non la mia vita

ma la tua vita.

E’ in te stesso, è in te stessa la grandezza

che inutilmente cerchi al di fuori di te.

Purché tu non voglia assomigliare agli altri.

Purché tu cerchi di vivere quello che sei!