HOME

 

 

Qui ho voluto aprire un’altra piccola finestra su alcune esclamazioni scaturitemi nell’intimo dalle frequenti occasioni di contatto con la mia gente. È per questo che le ho voluto riportare così come sono nate, in lingua madre appunto, cioè nel dialetto campano. Fra parentesi la traduzione a senso in italiano. Siccome non sono un cultore del dialetto la scrittura potrebbe non essere precisa; ho solo cercato di avvicinarmi alla pronuncia.

 

 

Paese 21 aprile 2011

 

Mentr nui ce appiccicamm, l’atr fott’n.  (Mentre noi perdiamo tempo a litigare, gli altri si godono la vita).

 

Si nun pensamme a e cazz stuort, nun stamm buon! (Invece di darci da fare, disperdiamo le energie pensando a ciò che non funziona).